Share
rotate background

Le strutture in Legno sono più o meno resistenti del cemento?

Chi si occupa di progettazione sostenibile ritiene sempre più frequentemente che il legno è il materiale costruttivo per eccellenza, sia termini di impatto ambientale che di proprietà meccaniche.

Purtroppo risulta ancora difficile, soprattutto in Italia, diffondere quest’idea. Abitudini, preconcetti culturali e l’idea di una casa tradizionale in calcestruzzo e laterizio, ritenuta più resistente e sicura, frenano lo sviluppo di questa tecnologia.

A questi si aggiunge il preconcetto che il legno limiti le forme architettoniche delle costruzioni e impedisca geometrie differenti dalla classica baita alpina. In realtà, può essere impiegato per qualunque tipo di architettura, utilizzato anzi con maggiore libertà di composizione.

Quello che inoltre non si considera, è che il legno per sua natura è 4 volte meno pesante del cemento e possiede un’ottima resistenza statica che rende possibile la costruzione di edifici multipiano con minore massa rispetto ad analoghe strutture tradizionali. La minore massa consente poi un aumento della sicurezza antisismica e permette in molti casi la sopraelevazione di edifici esistenti, senza interventi sulle fondazioni.

prefabbricati in legno possono essere realizzati con diverse tecnologie. Le più diffuse soluzioni costruttive per la realizzazione di strutture in legno sono la tecnologia a telaio e la tecnologia x-lam.

La struttura a telaio è costituita da travi e pilastri connessi rigidamente attraverso l’inserimento di pannelli strutturali, direttamente inchiodati sul telaio o con elementi lineari, come aste in legno che formano strutture a traliccio. La struttura a pannelli portanti, sistema x-lam (cross laminated timber), è una soluzione innovativa e tecnologicamente all’avanguardia per la costruzione di edifici in legno, anche a più piani, questa tecnica costruttiva si concretizza nell’uso di pannelli lamellari di legno massiccio, realizzati incollando strati incrociati di tavole, i pannelli vengono poi tagliati a seconda delle esigenze architettoniche e successivamente collegati tra loro in opera con profili angolari metallici.

Gli edifici con sistema costruttivo a pannelli x-lam sono leggeri e resistenti e, se colpiti dal terremoto, la forza sismica in virtù di un loro peso minore, li sollecita in misura ridotta rispetto ad una costruzione tradizionale, garantendo per tanto una miglior risposta in termini strutturali e di sicurezza nei confronti delle azioni statiche e dinamiche.

Concludendo possiamo affermare come il legno, essendo un materiale duttile, con una rigidezza molto bassa è in grado di assorbire e dissipare l’energia del sisma con risultati migliori rispetto a qualsiasi altro tipo di materiale da costruzione.

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *