Share
rotate background

I funghi: una risorsa per l’edilizia ecosostenibile

Si parla di funghi. Stavolta non per qualche ricetta o per qualche fiaba per bambini, ma per l’edilizia.

L’ultima innovazione nel campo dell’architettura ecosostenibile viene dallo studio  delle radici dei funghi (micelio), che si autoproduce, diventando così una risorsa assolutamente economica e di facile reperimento in particolare la sua applicazione è stata messa alla prova per la realizzazione dell’isolamento delle pareti di una casa in legno.

L’esperimento è stato condotto dall’azienda Ecovative, che dopo aver provato l’impiego dell’isolamento naturale a base di funghi come materiale da imballaggio, ha deciso di lanciarsi nella sperimentazione per l’edilizia.

Il primo prototipo realizzato che utilizza questo sistema è la Mushroom Tiny House, una piccola casa “coltivata” in quel di New York.

Le pareti di questa casetta sono costituite da due strati di legno di pino tra i quali viene interposto con funzione di isolamento il micelio dei funghi insieme a scarti agricoli naturali, come steli di piante e bucce di semi. Il micelio attacca tali scarti, generando, un composto con caratteristiche isolanti del tutto simili a quelle del più comune e ben poco ecologico polistirene.
Il composto completa la sua crescita nel giro di qualche giorno, divenendo compatto e omogeneo, e solidale ai due strati di legno che lo contengono.  Questo consente quindi di dare origine ad una struttura solida e resistente sia dal punto di vista della struttura che da quello dell’isolamento termico.

Terminato il processo di crescita il composto si asciuga  diventando ermetico, termicamente resistente, ecologico al 100% oltre che ignifugo. Questo innovativo progetto è stato anche segnalato tra i primi 10 finalisti del concorso Cradle to Cradle product Innovation Prize, una manifestazione che premia i migliori prodotti alternativi ai tradizionali materiali da costruzione, riconoscendone le qualità sia come prodotto innovativo, ma anche mettendone in luce le caratteristiche ecosostenibili e  valutando la sicurezza che viene garantita.

Insomma, funghi non solo da mangiare….

  • /

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *