Share
rotate background

Con il Biocemento l’erba ci cresce direttamente sopra!

front_biocementoPer rendere meno grigie le città ecco il biocemento! Woodville è sempre alla ricerca di nuove ed interessanti soluzioni per una architettura più verde. Oggi vi proponiamo questo materiale innovativo che arriva dalla Spagna, si tratta di un nuovo materiale sviluppato da alcuni ricercatori dell’Università Politecnica della Catalogna che hanno brevettato un nuovo tipo di calcestruzzo definito biocemento, per alcune sue caratteristiche particolari.

Il biocemento ha una struttura particolare che permette a microorganismi vegetali come licheni, muschi, microalghe e funghi di crescere sulla propria superficie.  assorbire anidrire carbonica grazie alla presenza, sulla propria superficie porosa, di microrganismi tra cui licheni, muschi, microalghe e funghi.

Il nuovo calcestruzzo caratterizzato da un Ph più acido, sarebbe costituito da cemento contenente fosfato di magnesio, un conglomerato idraulico che favorisce la crescita e la proliferazione di questi microrganismi capaci di assorbire Co2 mediante il processo di fotosintesi e di catturare le radiazioni solari, assicurando una maggiore efficienza energetica agli edifici.

La particolare struttura di questo materiale, caratterizzato da una maggiore ruvidità e porosità superficiale, si compone di tre diversi strati: uno impermeabile a protezione degli elementi strutturali interni, uno in grado di trattenere l’acqua così da garantire la vita dei microrganismi e un rivestimento esterno che permette di regolare il grado di umidità dello strato “vivo”, mantenendo costante la quantità d’acqua utile alla sopravvivenza della flora.

Un altro aspetto interessante derivante dalla scoperta di questo innovativo materiale è che sarà possibile ottenere facciate dalle diverse sfumature cromatiche, modificando semplicemente la composizione dei microrganismi che ne popolano la superficie. Non solo, gli edifici “viventi” potranno assumere diversi colori anche in relazione al clima e alle diverse stagioni dell’anno.

  • /

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *