Share
rotate background

Risparmiare acqua pur facendosi un bagno in totale relax? Ecco come….

Oggi ci occupiamo di una soluzione tanto semplice quanto elegante per risparmiare acqua senza rinunciare alla piacevolezza e al relax di un bagno caldo. L’acqua è un bene prezioso, lo sappiamo, ed è per questo motivo che molte intuzioni tecniche o di design riguardanti il risparmio di acqua spesso s’interfacciano nel ambiente bagno. Spesso per le politiche di risparmio dell’acqua decidiamo di rinunciare ad un bel bagno caldo rilassante in favore di una più rapida e “ambientalmente corretta” doccia.

Per risparmiare acqua sono state messe a punto diverse soluzioni alcune ormai diffusissime come  lo sciacquone a doppio pulsante, che evita di utilizzare ogni volta tutta la riserva d’acqua dello scarico, quando ciò non sia necessario e a questa si aggiungono anche ormai i rubinetti e  i soffioni doccia a basso flusso.

L’idea molto semplice che vi propone il designer Rochus Jacobs non prevede interventi diretti sulle componenti impiantistiche dei vostri bagni, ma solo grazie alla forme, i volumi e molta semplicità permette di dimezzare il fabbisogno d’acqua della vostra vasca da bagno.

Si tratta di inserire delle finte pietre di plastica riciclata nella vasca per risparmiare acqua riducendo considerevolmente il volume di acqua richiesto per rimepirla. Il lato più affascinante di questa soluzione è che permette non solo di affrontare un bagno non sacrificando le esigenze di rispetto dell’ambiente, ma permette di sperimentare in modo nuovo lo spazio della vasca da bagna, permettendo nuove posizioni poichè si ottengono delle nuove superfici su cui poggiare gambe e piedi. Questo prodotto è la dimostrazione di come l’ecologia non debba essere per forza raggiunta solo attraverso innovazioni tecnologiche costose, a pannaggio di pochi o che richieda la trasformazione del proprio habitat domestico. Molto spesso basta l’arguzia per risolvere piccoli problemi di tutti i giorni.

Questo progetto si chiama “water displacement objects” ed è stato vicintore degli IIDA awards nel 2010.

*Fonte: Fake Rocks That Help Save Water- Treehugger.com

  • /

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *